Un po’ grazie a Draghi che alla conferenza stampa di giovedì scorso è apparso più colomba del previsto, un po’ grazie al supporto offerto dalle ricoperture scattate sui core (dopo aver sfiorato livelli tecnici di resistenza importanti, dello 0,65% per il bund e in area 3,04-05% per il Tbond) si è concretizzata la nostra view sui governativi italiani, con test per il BTP 2028 in area 1,72-1,70%.

(04 30 2018) – Marzotto Weekly